News del 2 aprile 2020 – Otto navi da crociera in disarmo in Italia: ferme costano fino a 3 milioni l’una per ogni mese.

10445594_lel.jpg

  Attualmente in Italia ci sono otto navi da crociera ferme in disarmo, quasi tutte nei porti del Mar Tirreno. Quattro sono di Costa Crociere, tre di Msc Crociere e una di Silversea (Gruppo Royal Caribbean). A Savona c’è Costa Luminosa, a Genova ci sono Msc Opera e Msc Splendida, a La Spezia Costa Pacifica, a Piombino l’ultima arrivata Costa Diadema, a Civitavecchia sono ormeggiate Costa Victoria e Msc Grandiosa mentre, in Adriatico, la nave di lusso Silver Moon si trova nel porto di Ancona.

Per almeno un altro mese o due rimarranno ormeggiate in banchina nella speranza che nel frattempo la pandemia di Coronavirus si risolva e che il mercato delle vacanze a bordo si rimetta in moto.

Il gruppo Carnival Corporation, in un recente rapporto presentato ai mercati finanziari, ha rivelato che il warm lay up, vale a dire il disarmo ‘a caldo’ della nave che in pochi giorni dall’indicazione dell’armatore potrebbe essere pronta a rientrare in servizio, costa fra i due e i tre milioni di dollari ogni mese.

Se il disarmo dovesse prolungarsi i costi di mantenimento ferma della nave da parte di Carnival verranno progressivamente ridotti fino a un milione di dollari al mese e questo è lo scenario che la compagnia prevede per la maggior parte della sua flotta. In questo secondo caso a bordo della nave rimane solo un ristretto numero di membri d’equipaggio per limitate operazioni tecniche e nel caso il suo rientro in servizio potrebbe richiedere anche alcune settimane.

“Decideremo caso per caso, a seconda delle circostanze, se ogni nave della nostra flotta verrà messo in disarmo ‘a caldo’ o ‘a freddo’ per una sosta prolungata” ha spiegato la compagnia che in Italia controlla Costa Crociere. “Al momento stimiamo che la maggior parte della nostra flotta sarà in disarmo prolungato”.

Fonte Shipping Italy.it

 

   L’editoriale by Randagio Blogini

Comparare questa pandemia sanitaria ad una guerra è improprio. Una guerra scaturisce da una situazione ponderabile per cui a margine e con tempi prolungati è possibile incanalare risorse umane ed economiche. Nel nostro triste caso il COVID ha sorpreso l’intera umanità in maniera imponderabile; non poteva sapere e se non potevamo sapere non abbiamo avuto modo di organizzare una difesa e quindi un piano alternativo.

Il settore crocieristico ante Coronavirus andava a mille all’ora, nuove navi in costruzione capaci di ospitare 4.500 passeggeri, prenotazioni da tutto il mondo e per tutto il mondo, finalmente ci si poteva ludicamente spostare da un luogo ad un altro a basso costo e con servizi di buona qualità. Gli esperti semplificherebbero affermando che il rapporto qualità prezzo era a favore del primo.

Poi l’imponderabile, un virus che ha messo in dubbio tutte le nostre certezze. Adesso ci stiamo chiedendo quando migliaia di persone saranno disposte a convivere per un certo lasso di tempo come delle sardine ospitate in una scatola d’acciaio. Quanto tempo ci vorrà perchè tutto torni come prima ? Accadrà veramente ?  Di certo sappiamo fin d’ora che il comparto crocieristico subirà un tracollo in termini eonomici e quindi occupazionali. I lavoratori marittimi, almeno i più giovani e lungimiranti, dovranno fin d’ora pensare a come riciclarsi.

Mentre il comparto crocieristico rischierà la quasi scomparsa, ci sarà invece un forte incremento del traffico per così dire mercantile. il continente asiatico ha ridato vita al settore manufatturiero, la Cina, la Corea del Sud, il Giappone, ecc. forniranno materiale essenziale per le necessità dell’umanità. Il trasporto da quei paesi verso il continente europeo sarà massiccio. Aumenterà la capacità di trasporto delle merci che come sappiamo viene assorbito per il 90% dalle navi.

La storia ci insegna che per ogni evento, qualunque esso sia, ci sono vari sbocchi, alcuni dei quali positivi ed altri negativi per cui la stessa umanità viene plasmata al fine si possa da una qualsiasi situazione trarre beneficio.

Prima che gli eventi prendano il sopravvento sulle nostre future vite, dobbiamo adesso noi avere quella capacità intellettuale che ci permetta di porre in essere scelte diverse per semplicemente e naturalmente  vivere come meritiamo, ponendo come primario obiettivo la nostra felicità.

COSMAR la casa dei professionistii del mare, aderisci iscrivendoti e assicurandoti

Per informazioni scrivere a segreteria@cosmar.org  o  chiamare il 329 455 5682

 

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento