ESA perde il pelo ma non il vizio

Schermata 2020-02-06 alle 18.10.55

Mentre CGIL – CISL e UIL intascano 300 euro per ogni marittimo imbarcato su navi di bandiera italiana con R.I., a noi di COSMAR girano vorticosamente i cabbasisi. Siamo stanchi di assistere alla vergognosa pratica degli armatori che calpestano la ILO – MLC 2006 , così umiliando i lavoratori marittimi.

Di seguito a e-mail inviata a Mediterranean Bulk Holding Ltd e la di fatto armatrice Enterprise Shipping Agency:

Napoli, 6 febbraio 2020

A: MEDITERRANEAN BULK HOLDING LTD c/o ESA GROUP – Via Fieschi 8/1 16121 – Genova

A: ESA Ship Management Mercury House 125 – Old Mint Street – Valletta – Malta

A: ENTERPRISE SHIPPING AGENCY Via Fieschi 8/1 – 16121 Genova

Cc: On.le Comando Generale del Corpo delle capitanerie di porto-  Roma

Cc :On.le Segreteria Reparto 6° del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Roma

Cc: On.le Capitaneria di porto di Ravenna – Ufficio Gente di mare

Oggetto: mancata applicazione Regola 2.2. Salari del Codice ILO – MLC 2006

Gentili Signori,

ancora una volta quando di mezzo c’è Enterprise Shipping Agency armatrice/proprietaria della Mediterranean Bulk Holding LTD dobbiamo lagnarci per il mancato rispetto delle più basilari regole a favore della dignità professionale dei marittimi.

COSMAR – Comitato per la Salvaguardia della Dignità dei Marittimi e COSMAR – Sindacato Nazionale Marittimi denunciano il comportamento della emarginata Società di Navigazione laddove non rispetta la Regola 2.2. Salari del Codice ILO MLC 2006.

Il nostro assistito 1° ufficiale si coperta Xxxxxx Xxxxxx (iscritto nelle matricole del compartimento marittimo di Ravenna) sbarcato il 24 settembre 2019 dalla nave MBC DAISY per avvicendamento, ad oggi deve ancora ricevere le spettanze economiche che gli competono. In allegato la lettera di sbarco dove lo stesso lavoratore marittimo ha dichiarato, mettendo nero su bianco, che non è stato liquidato di ogni suo avere.

La società armatrice gli ha inviato a casa il cedolino paga del mese dello sbarco dove risulta che la stessa ha provveduto ad inviare un bonifico bancario pari a euro x.xxx, ebbene tale accreditamento non è mai avvenuto.

Il lavoratore marittimo più volte ha sollecitato il suo credito senza risultato alcuno.

Fatto salvo tutto quanto sopra indicato intimiamo la Mediterranean Bulk Holding Ltd e la di fatto armatrice Enterprise Shipping Agency a provvedere entro e non oltre 8 giorni lavorativi a partire dalla data odierna al fine che la situazione creditoria del nostro assistito sia ristorata, viceversa ci vedremo costretti senza preavviso alcuno procedere per le vie legali nelle codificate sedi al fine di giustizia.

Si invitano le competenti autorità in copia voler procedere ad una indagine nei confronti della Mediterranean Bulk Holding Ltd e la di fatto armatrice Enterprise Shipping Agency, allo scopo di porre fine a questa illegale reiterata pratica che disonora la nostra marineria.

Distinti saluti

Segretario generale/ Rossella Picone

COSMAR – Sindacato Nazionale Marittimi

Via Miguel Cervantes de Saavedra 55/27
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su pinterest
Pinterest

Lascia un commento