NEWS del 2 marzo 2019 – La ILO – MLC 2006 invita i lavoratori marittimi a non firmare con leggerezza la convenzione di arruolamento

NEWS del 20 febbraio 2019 – ILO-MLC 2006 emendamenti 2014 e 2016 in vigore dal 8 gennaio 2019 obbligano gli armatori a formare gli equipaggi.
20 Febbraio 2019
NEWS del 14 marzo 2019 – Affonda nave italiana e i telegiornali nascondono la notizia.
14 Marzo 2019
  Cominciamo con l’affermare che il codice ILO-MLC 2006 è la bibbia dei lavoratori del mare. Se noi impareremo a far rispettare i nostri diritti dettati dalle normative nazionali ed internazionali, il risultato che otterremo sarà tutto a nostro vantaggio. In genere al lavoratore marittimo vengono resi palesi i suoi doveri tralasciando di far menzione dei diritti come fanno molte, troppe società di navigazione per cui è maturato il momento di porre fine a questo mal costume. Non possiamo aspettare l’intervento delle OO.SS CGIL, CISL e UIL che per incompetenza ed anche malafede tendono a far finta che vada tutto bene Madama Dorè, invitiamo le OO.SS. firmatarie di lasciare ai bambini le filastrocche di Madama Dorè, finalmente occupandosi delle esigenze della gente di mare da cui provengono i loro lauti stipendi, mozzarelle di bufala  a go go, pranzi luculliani, viaggi in prima classe e alberghi di lusso.

Per fare il sindacalista ci vuole passione ed abnegazione alla giusta causa, ma sopratutto bisogna studiare ed aggiornarsi, esattamente quello che non stanno facendo i sindacalisti della triplice, almeno nel settore marittimo. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: non pagate le quote sindacali a favore della triplice, se a vostra insaputa vi trovate questa trattenuta nella busta paga dovete immediatamente informare la vostra società armatrice affinché interrompa il prelievo, se vorrete lo faremo noi per vostro conto. COSMAR comincerà a prendere seriamente in considerazione la triplice solo quando dimostreranno di essere al 100% dalla parte dei lavoratori marittimi., ad oggi siamo ancora lontani anni luce.

Entriamo nell’argomento della news: troppe volte sentiamo lamentele per cui ai lavoratori marittimi viene fatta firmare la convenzione di arruolamento nell’immediatezza dell’imbarco a libretto, qualche volta nei locali della stessa Capitaneria di porto così di fatto non avendo il marittimo il tempo materiale di leggere cosa andrà a firmare. Questo atteggiamento contraddice la ILO-MLC 2006 per cui le stesse società armatrici e i loro legali rappresentanti sono passibili di sanzioni da parte della autorità marittima. Alcune volte questa “pessima abitudine” fa il paio con il fatto che non viene con chiarezza specificata la funzione alla quale il marittimo deve essere destinato, come esempio prendiamo il caso di un operaio frigorista che nella convenzione viene etichettato come “Marittimo abilitato di macchina” con il risultato che una volta a bordo gli si chiede di intraprendere mansioni  a lui non consone come essere impiegato nel ruolo di operaio meccanico il cui risultato serve unicamente a coprire la tabella minima di armamento, ma che nulla ha a che fare con la sicurezza e la dignità del lavoratore.

Estratto dal Codice ILO-MLC 2006: 

Standard A2.1 – Contratto di arruolamento marittimo

CONDIZIONI DI IMPIEGO
Regola 2.1 – Contratto di arruolamento marittimo

Obiettivo: Assicurare alla gente di mare un contratto di arruolamento marittimo equo

  1. Le condizioni di impiego di un marittimo sono definite o menzionate in un contratto redatto in termini chiari avente efficacia obbligatoria e devono essere conformi alle norme enunciate nel Codice.
  2. Il contratto di arruolamento deve essere accettato dal marittimo a condizioni tali che l’interessato abbia il tempo disponibile di esaminarne le clausole e le condizioni, di chiedere consiglio e di accettarle liberamente prima della sua sottoscrizione.
  3. Compatibilmente con la legislazione e la pratica dello Stato Membro, il contratto di arruolamento del marittimo si intende comprensivo delle norme contenute nelle contrattazioni collettive applicabili.

Standard A2.1 – Contratto di arruolamento marittimo

1. Ogni Stato Membro adotta una legislazione che preveda che le navi che battono la sua bandiera rispettino le seguenti prescrizioni:

a) a bordo delle navi battenti la sua bandiera, la gente di mare deve essere in possesso di un contratto di arruolamento marittimo firmato dal marittimo e dall’armatore o da un suo rappresentante (o per coloro che non sono dipendenti, di un documento attestante l’esistenza di un accordo contrattuale o a questo assimilabile) che garantisca condizioni di lavoro e di vita a bordo dignitose, così come previsto dalla presente Convenzione;

b) il marittimo che sottoscrive un contratto di arruolamento deve poter esaminare il documento in questione e chiedere consiglio prima di firmarlo e disporre di ogni altra adeguata facilitazione atta a garantire che egli abbia liberamente stipulato l’accordo e sia debitamente informato sui propri diritti e responsabilità;

c) l’armatore e il marittimo interessati conservano entrambi una copia originale firmata del contratto di arruolamento marittimo;

d) sono adottate misure per assicurare che la gente di mare, incluso il comandante della nave, possa ottenere a bordo, senza difficoltà, informazioni chiare sulle condizioni del loro impiego e che i funzionari delle autorità competenti, comprese quelle dei porti dove fa scalo la nave, possano accedere anch’essi a tali informazioni, ivi compresa la copia del contratto di arruolamento marittimo;

e) i marittimi ricevono un documento in cui è riportato il loro stato di servizio a bordo della nave.

4. Ogni Stato Membro definisce le annotazioni da includere in tutti i contratti di arruolamento marittimo secondo la legislazione nazionale. Il contratto di arruolamento marittimo conterrà, in ogni caso, le seguenti indicazioni:

a)  il nome completo del marittimo, la sua data di nascita o età, nonché il luogo di nascita;

b)  il nome e l’indirizzo dell’armatore;

c)  il luogo e la data della stipula del contratto di arruolamento marittimo;

d)  la funzione alla quale il marittimo deve essere destinato;

e)  l’importo del salario del marittimo o la formula eventualmente utilizzata per calcolarlo;

f) l’importo delle ferie annuali retribuite o la formula eventualmente utilizzata per calcolarlo;

COSMAR invita i propri soci a fotografare la convenzione di arruolamento ed inviarla al 329 455 5682 prima di porre la firma. Un nostro staff procederà ad una immediata verifica e segnalerà al socio la bontà del documento o eventuali discrepanze che per legge dovranno essere corrette.

COSMAR, i professionisti del mare al servizio della gente di mare.  Aiutaci ad aiutarti iscrivendoti subito, clicca qui !  Per informazioni scrivere a segreteria@cosmar.org  o chiamare il 329 455 5682

1 Comment

  1. Carlo Campolo ha detto:

    La convenzione arruolamento la mai letta. Non viene neanche riportato i mesi d ‘imbarco. Non ti nessuna informazione contrattuale. Fa riferimento al CNCL.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *