NEWS del 29 giugno 2017 – Emendamento Cocianich: COSMAR vuole fare chiarezza.

By | 29 giugno 2017

cropped-transatlantic_2_0152.jpg  Leggiamo e commentiamo. 29-06-2017 Senatore Cociancich. Oltre il mare, c’è qualcuno che conosce i lavoratori marittimi, la nostra gente di mare? La risposta COSMAR  è chiara: si, ma sicuramente tra questi non c’è il Senatore Cociancich o colui il quale ha scritto la supercazzola che pubblichiamo.

Supercazzola

Intanto chi ha scritto questo “pezzo” abbia la buona creanza di spiegarci come è perché l’emendamento Cocianich dovrebbe creare occupazione tra i lavoratori marittimi. Il non firmatario del “pezzo” ci spieghi esattamente dove è scritto nel decreto legge.

La verità è che nulla è cambiato in meglio, andiamo a spiegarci: gli armatori che fruiscono del Registro Internazionale hanno diritto, oltre ad imbarcare extracomunitari, anche ad avere benefici in ordine fiscale. Per loro nulla è cambiato e la Triplice continua a fottersi soldi per ogni marittimo comunitario o extracomunitario imbarcato.

Gli armatori italiani che impiegano le loro navi nel cabotaggio italiano avevavo ed hanno l’obbligo di imbarcare solo personale italiano e comunitario.

Detto quanto sopra si evince che nulla è cambiato in termini occupazionali per i lavoratori marittimi, allora, giustamente, ci si chiede dove è il trucco ? Molto semplice, gli armatori che impiegano le loro navi nel cabotaggio italiano continuano ad avere l’obbligo di imbarcare personale italiano e comunitario esattamente come prima, ma oggi, per merito dell’emendamento Cocianich hanno diritto, anche loro, agli sgravi fiscali. In pratica pagano meno tasse che, ovviamente, sono a carico della cittadinanza italiana, marittimi compresi.

In sostanza questo emendamento supercazzola non solo non porta benefici, ma grava fiscalmente sul groppone anche dei marittimi.

Passsiamo alla seconda parte: nel testo (non firmato) leggiamo che gli ex “Nautici” sfornano solo periti logistici. La persona che non ha avuto il coraggio di firmare la supercazzola scritta  con i piedi, sappia che dagli ex “Nautici” vengono licenziati anche i conduttori navali di coperta e di macchina.

Ancora, chi non firma il pezzo scrive: “Come si diventa marittimo?” Ebbene egli risponde alla sua stessa domanda adducendo che per diventare marittimo si deve frequentare il fu Istituto Tecnico Nautico.

E’ evidente che il timorato scrittore non ha idea del fatto che gli equipaggi non sono composti solo e unicamente da ufficiali.

Il “pezzo” termina con la asserzione che la rotta è tracciata ed il vento, allora, non può che esserci in poppa.  Ci viene spontaneo rispondere al non firmatario dell’articolo che se lui è il comandante della nave, noi come COSMAR consigliamo a tutto l’equipaggio di sbarcare il più in fretta possibile.

COSMAR, dove la trasparenza è di casa.   COSMAR, non ha mai illuso e ingannato nessuno.

COSMAR, la casa dei professionisti del mare.  Iscriviti adesso !

Per informazioni scrivere a segreteria@cosmar.org  o  chiamare il 329 455 5682

Leggi OTTOMILA la rivista on-line by COSMAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *